Jascha Heifetz

Anche un po’ di musica da camera ci vuole.

Uno dei più grandi violinisti rimasti nella storia, quando suona non ha espressione, è una macchina da violino per la musica da camera, ma nella musica mette quello che cela col volto. Famoso per la sua tecnica infallibile e per il suo virtuosismo, ma anche per riuscire a esaltare ogni nota di un pezzo e per gli inconfondibili suoni che escono dal suo stradivari, ha inciso una delle registrazioni storiche più belle del Concerto per violino e orchestra in Re maggiore di Beethoven e dei capricci di paganini.

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: